L'umiliazione dei tirocinanti calabresi


Le politiche attive per il lavoro sono un puro imbroglio, concepito per aumentare fittiziamente le statistiche occupazionali. Tali strumenti creano precarietà, incertezza e sudditanza politica. Essi non determinano emancipazione individuale e riscatto sociale. Lo dimostra il gravissimo ritardo sulle convenzioni per i circa 5mila tirocinanti calabresi, che, impiegati dallo scorso giugno in settori pubblici e privati, non hanno ancora ricevuto un centesimo.
Con faccia di plastica Oliverio, durante l'incontro di venerdì 27 ottobre, alla Cittadella regionale, tra rappresentanze dei tirocinanti, ha ammesso l'errore d'aver fatto partire i tirocini senza la sottoscrizione delle convenzioni per l'erogazione delle spettanze, lasciando nei guai gli interessati, già sfruttati e costretti a subire l'onta di un misero corrispettivo temporaneo, senza garanzie di miglioramento e stabilizzazione. Il governatore ha assicurato che la convenzione con l'Inps potrà avvenire nella settimana prossima e poi i lavoratori verranno pagati. Vigileremo sulla definizione della pratica, nella consapevolezza che in ogni caso il reddito di cittadinanza, proposto dal MoVimento 5 Stelle e respinto dai partiti tradizionali, è la soluzione più dignitosa per chi non ha un lavoro vero e dunque un'effettiva libertà di azione.



LEGGI ANCHE:
Controllori e controllati a Zagarise, il caso arriva in Parlamento
- “Ancora nessuna spettanza per i tirocinanti della mobilità”. Parentela (M5s) interroga i ministri e scrive alla Regione
Ammortizzatori sociali non pagati, Parentela (M5s): non si perda altro tempo
Tirocinanti della giustizia, Parentela e Dieni chiedono un incontro al Ministro Orlando
Parentela (M5S) scrive al Ministro Orlando per i tirocinanti della giustizia
Tirocinanti della giustizia: la politica per una volta non resti schiava della burocrazia
Lavoratori mobilità in deroga, Parentela (M5S): "Regione si assuma proprie responsabilità"
- Mobilità in deroga: Parentela (M5S) annuncia esposto e chiede risposte
Parentela (M5s):"I percettori di mobilità in deroga subiscono la periodica presa in giro di Oliverio"
Ammortizzatori in deroga: Parentela interroga i ministri Poletti e Padoan
Mobilità in deroga in Calabria:”Assurdo dover protestare per il rispetto di un diritto acquisito”
Parentela (M5S):ai lavoratori phonemedia sia garantito quanto gli spetta