La memoria e l'esempio


Quando si ricorda una persona come Peppino Impastato, si può cadere in facile retorica. 
Un giovane informato, attivo, che contrastava la mafia nel suo paesello e nella sua famiglia. Un coraggio che lo ha reso martire, un Santo laico il cui ricordo deve servire da esempio. L'Italia ha bisogno di cittadini coraggiosi, che abbiano la forza e la capacità di mettere l'onestà e la lotta alla criminalità organizzata prima di ogni cosa. In un sistema pervaso dalla corruzione non è semplice, specialmente oggi, che la malavita organizzata non ha più la lupara in mano ed uccide i propri avversari con altri metodi.
Un caso macabro ha fatto sì che oggi si ricordi la morte di due servitori dello Stato: Peppino Impastato ed Aldo Moro che, in modi diversi, hanno dato la vita per l'Italia ed a causa dell'Italia stessa, delle sue contraddizioni.
Il loro esempio sappia “educarci alla bellezza” di servire il proprio Paese. Con coraggio, tenacia, a qualsiasi costo. Perchè quando si è in pochi a combattere, si è bersaglio dei propri nemici, ma una moltitudine è difficile da contrastare.